Sarah Poddighe

Sono una agronoma libera professionista, abito a Pozzomaggiore ma per lavoro mi sposto in tutta la Sardegna. Sono nata in una famiglia di pastori sia da parte materna che paterna, e mi sento strettamente legata al mondo delle campagne e ai suoi problemi.

Nel vivere in un piccolo paese ho trovato la mia dimensione, il mio spazio ideale, i miei valori, la mia sponda sicura, tanto che sono convinta che non potrei vivere in un altro posto. Per questo motivo non riesco a rassegnarmi al fenomeno dello spopolamento e a quella sempre più profonda tristezza e rassegnazione che sta imperversando le zone dell’interno. Da oltre dieci anni, come forma di ribellione a questi fenomeni mi impegno nel sociale, nell’ambito culturale e della promozione del territorio dove vivo, con l’organizzazione di eventi e manifestazioni.

Mi sono sempre dedicata alla politica fin da giovanissima, militando in diversi partiti della sinistra per approdare poi definitivamente, dopo un periodo di maturazione politica e di crescita personale, nel partito ProgReS- Progetu Republica de Sardigna di cui attualmente ho l’onore di ricoprire la carica di presidente.

Oggi, dopo anni di attivismo politico e dopo aver lavorato a tante campagne elettorali, ho deciso di candidarmi personalmente e lo faccio con tutte la passione, l’entusiasmo e determinazione che mi contraddistinguono. Lo faccio perché sono convinta che il tempo di stare a guardare è terminato, non abbiamo più attimi da perdere, non possiamo più delegare nessuno, siamo tutti chiamati a fare una scelta di libertà e di coraggio contro coloro (classe politica italiana e sardo-italiana) che ci hanno depredato in passato e che continuano a depredarci, condannandoci ad un sottosviluppo cronico e lasciandoci una terra che è sempre più marginale, povera, spopolata, inquinata, militarizzata ed inefficiente sotto tutti i punti di vista. Lo faccio per il mio paese, per il mio territorio e per miei nipoti. Non dobbiamo rassegnarci ad un destino di solitudine e miseria, e non possiamo permettere che questo destino funesto ce lo scrivano gli altri dall’altra parte del mare.

Abbiamo tutte le capacità, le competenze, la forza per poter uscire da questa situazione di subalternità e per poter riscrivere il nostro presente e il nostro futuro.

Vota Sardigna è una proposta elettorale nuova e di rottura con la vecchia politica, composta da gente preparata e competente. È uno strumento di cambiamento, una chiamata a tutte le sarde e a tutti i sardi che non si rassegnano ma che hanno ancora voglia di lottare e io in questa proposta oltre all’impegno ci voglio mettere la faccia.

Sarah Poddighe

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Questo sito è conforme alla Legge sulla Protezione dei Dati (LPD), Legge Federale Svizzera del 25 settembre 2020, e al GDPR, Regolamento UE 2016/679, relativi alla protezione dei dati personali nonché alla libera circolazione di tali dati.
Torna in alto